Amianto in Via Palatone, Saviano

Terrore Amianto

Articoli apparsi sul quotidiano ILNOLANO.IT e sul settimanale ILNOLANO Week End

#Saviano

20.05.2011

Amianto in Via Palatone

Abbiamo segnalato all’amministrazione comunale di Saviano il 2 marzo scorso la presenza di materiali in amianto frammentati sul marciapiede ma sono passati due mesi ed ancora nulla. L’unica cosa fatta dagli organi competenti è stata il circondare questi elementi con del nastro segnaletico, senza metterli in sicurezza. Sono frammentati e le polveri possono recare danni di un certo tipo, considerando che ai lati ci sono abitazioni e coltivazioni”. Sono queste le parole di Francesco, abitante di Via Palatone a Saviano, una parte del comune dimenticata e poco controllata, costretta a subire continui scarichi di immondizia ai bordi della strada.

L’amianto o asbesto è un minerale naturale a struttura fibrosa che grazie alla sua struttura a fibre finissime presenta notevoli qualità di resistenza meccanica, di flessibilità, di resistenza alle alte temperature, all’azione degli agenti chimici e biologici, all’abrasione e all’usura. Tutte proprietà che in passato le hanno permesso di avere importanti applicazioni soprattutto nel campo dell’edilizia: i cosiddetti eternit, le condutture, le pavimentazioni. Purtroppo la consistenza fibrosa dell’amianto rappresenta anche la sua caratteristica più pericolosa. Infatti, se i materiali di cui è componente presentano friabilità, esiste il grave rischio che vengano rilasciate fibre inalabili che possono facilmente raggiungere le parti più profonde dell’apparato respiratorio causando gravissime patologie tumorali.

Amianto in Via Palatone, Saviano

Sulla base di questa pericolosità lo Stato Italiano ha promulgato la Legge n. 257 del 27 marzo 1992 che detta le norme per la cessazione dell’impiego di tale sostanza. Successivamente sono state promulgate moltissime altre Leggi, a vari livelli, che regolano le operazioni di dismissione, i piani regionali per il trattamento, le autorità competenti nel campo dell’amianto. Dopo Via Polveriera, superata la Cisternina, alla fine di via Menichini Abate, sulla sinistra c’è la traversa di via Palatone, un’area “che combatte tutte le notti contro il problema sversamenti abusivi” continua Francesco e conclude “Proprio da un giorno all’altro, dalla sera alla mattina, sono apparsi questi materiali in amianto”.

Si tratta di tubi di scarico pluviale e di coperture dei tetti: “l’amianto era uno dei materiali più usati nelle costruzioni negli anni Sessanta e Settanta. Ancora oggi molte case vecchie hanno materiali in amianto. La questione è che oggi smaltirlo costa caro: a Baiano per smaltire la copertura in amianto di un vecchio fabbricato comunale in Via Angelo Scafuri sono serviti 3500 euro” ci dice un tecnico del comune di Baiano, impiegato per anni in passato nel settore edilizio. Il problema è che una volta pagate, queste ditte di smaltimento, rimuovono l’amianto ma non si sa poi dove lo portano. Possono tranquillamente scaricarle in vie non trafficate e periferiche. Quando manca il controllo uno dei rischi che si corre è esattamente questo.

Fioravante Conte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...